Gen
30
2021

Brigantia ed il potere del Serpente Bianco

Scritto da Administrator Ultimo aggiornamento (30 Gennaio 2021)
Stampa

Oggi è il giorno della Sposa;

il Serpente uscirà dal suo buco,

Non molesterò il Serpente,

né il Serpente mi molesterà. "

Questo incantesimo popolare scozzese proviene dai Carmina Gadelica di Alexander Carmichael. Il Serpente a cui si fa riferimento è il potere della vita e della crescita che, in questo momento, ci ritorna dal suo lungo sonno invernale negli Inferi. Per garantire la pace con il Serpente, vengono spesso fatte offerte di incenso, latte o idromele.


 

Bride (pronunciato "Breed") è Saint Bride o Brigid, una suora irlandese dell'inizio del VI secolo, spesso conosciuta come "la Maria del Gael" e talvolta come "madre adottiva di Cristo". In Galles, è conosciuta come Ffraid. La diffusa venerazione della popolare santa cristiana, tuttavia, è spesso svolta in forme come la preghiera sopra citata, che rimandano a una precedente Brigida, una dea pagana il cui nome deriva dal proto-celtico Brigantī, che significa 'Alto, o Eccelso. ' La sua incarnazione irlandese è una figlia del grande dio-padre irlandese, il Dagda, a volte noto come "il dio del Druidismo". La pagana Brigida irlandese è associata al parto, alla poesia, all'artigianato, ai pozzi sacri, alla produzione di birra, idromele e al fuoco. Si ritiene che un santuario contenente un fuoco perpetuo a lei dedicato e curato da donne a lei devote sia diventato un convento di suore devote al suo omonimo cristiano a Kildare ("Chiesa della Quercia") in Irlanda. Anche la tradizione popolare e le tradizioni popolari associate alla dea sembrano essere passate senza soluzione di continuità dal paganesimo al cristianesimo.Spostandosi verso il sole attorno al cerchio sacro della ruota dell’anno, questa festività ha la sua casa nel nord-est, dove gli elementi della Terra e dell'Aria si combinano. Segna il primo dei giorni del quarto trimestre, Candelora, che cade il 2 febbraio. Il 1 ° febbraio viene celebrato in Galles come Gwyl Forwyn, "la festa della Vergine", e in Irlanda come Imbolc, che forse significa “nel germoglio". Segna il momento in cui gli alberi iniziano a germogliare, spuntano i primi fiori selvatici e le pecore iniziano ad allattare, il che annuncia l'arrivo della primavera e il ritorno della vita sulla terra. È tradizionalmente una celebrazione delle luci, candele accese per illuminare case e luoghi di culto. Come negli altri quarti di giorno, le offerte di cibo e bevande, in particolare latte, vengono fatte per il Popolo Fatato o versate su pietre erette e cerchi sacri.

Nel folclore scozzese, la Candelora è il momento in cui un Serpente Bianco, il “Serpente della Sposa”, emerge dal sottosuolo dove trascorre i mesi invernali, una potente immagine della vita che ritorna alla terra. L'enorme popolarità della dea canonizzata in Scozia e in Irlanda ha assicurato che la sua festa fosse celebrata in quei paesi per il tempo più lungo e con il massimo gusto. In Scozia, si dice che il periodo dell'inverno da Halloween a Candelora sia sotto il controllo della Cailleach, una megera di montagna che fa esplodere la terra con venti freddi e gelate. Secondo una leggenda, alla vigilia di Candelora, il Cailleach ritorna nella Terra degli Ever-Young ( Eterna giovinezza), nell'Altromondo del Popolo Fatato, degli antenati e degli dei. Lì si dirige verso il Pozzo della Giovinezza che si trova in un bosco nel cuore di quella terra magica. Prima che il Sole sorga il mattino della Candelora, beve dal Pozzo, tornando nel nostro mondo come la bellissima dea Sposa il cui tocco fa diventare verde l'erba e sbocciare i fiori bianchi e gialli dell'inizio della primavera. Alexander Carmichael, che ha raccolto il folklore nelle Highlands e delle isole scozzesi tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, descrive un'usanza della Candelora come segue:

“Alla vigilia della “sposa” (31 gennaio) le ragazze del paese modellano un fascio di grano a somiglianza di una donna. Vestono e adornano la figura con conchiglie scintillanti, cristalli scintillanti, primule, bucaneve e qualsiasi vegetazione che possono ottenere. Un guscio o un cristallo particolarmente luminoso è posto sul cuore della figura. Questa è chiamata la stella guida di Bride. Le ragazze chiamano la figura “Sposa”, e la portano in processione, cantando la canzone, Beauteous Bride, Virgin of a Thousand Charms. Il simulacro della Sposa è vestita di bianco e ha i capelli sciolti, a significare purezza e giovinezza. Visitano ogni casa e ogni persona è tenuta a fare un regalo alla Sposa e a renderle omaggio. Il regalo può essere una conchiglia, un'asta, un cristallo, un fiore o un pezzetto di verde per decorare la persona della Sposa. Le madri, tuttavia, danno un bannock della sposa, un formaggio della sposa ( dolce tradizionale) o un rotolo di burro della sposa. Dopo aver fatto il giro del luogo, le ragazze vanno in una casa per fare la festa della Sposa. Sbarrano le porte e assicurano le finestre della casa, e mettono la sposa dove può vedere ed essere vista da tutti. Attualmente i giovani uomini della comunità vengono a chiedere umilmente il permesso di onorare la Sposa. Dopo alcune discussioni vengono ammessi e le rendono omaggio.

“Durante la notte ci si concede molti balli e canti, divertimento e follia. Quando arriva l'alba grigia del Giorno della Sposa, formano un cerchio e cantano l'inno, Bella Sposa. Poi distribuiscono i frammenti della festa tra le povere donne del luogo ".

Gli accordi  per tale celebrazione popolare della Candelora spesso sembrano essere stati pianificati e realizzati da donne e ragazze, con uomini e ragazzi invitati a entrare solamente se chiedono gentilmente, si comportano bene e mostrano il rispetto appropriato per la dea.

A casa, potreste celebrare la Candelora accendendo candele e decorando la vostra tavola da pranzo con Bucaneve, Denti di Leone o Primule se disponibili, e con conchiglie, cristalli e altre cose che brilleranno e scintilleranno alla luce delle candele.

Un emblema archetipico di Brigid in Irlanda è la Croce di Brigida, tessuta da salici, paglia, canne, erbe, ecc. Questo simbolo sembra essere un'altra continuazione pagana, la croce che rappresenta le quattro direzioni e una forma semplificata della ruota solare del anno.

Nei tempi strani, incerti e bui che abbiamo vissuto nell'ultimo anno, l'idea della luce e della vita che ritornano nel mondo in qualsiasi forma sembra meravigliosa da abbracciare. Se si considera che il Serpente Bianco ha radici antiche nelle tradizioni celtiche come portatore non solo di luce e vita ma anche di salute e guarigione, diventa ancora più allettante. Nella nostra tradizione, il Serpente Bianco è il potere rigenerativo che combatte e alla fine sconfigge il Serpente oscuro che incarna la malattia con la stessa prontezza con cui sconfigge l'oscurità e il freddo dell'inverno. Il conflitto tra i Serpenti chiari e quelli oscuri è presente nella più famosa delle poesie attribuite al leggendario bardo del VI secolo, Taliesin. In Cad Goddeu, "La battaglia degli alberi", la malattia è caratterizzata come "Un serpente, maculato, crestato, cento anime per i loro peccati sono tormentate nella sua carne", mentre il bardo stesso dice: "Ero un serpente macchiato su una collina, ero una vipera in un lago. " Assumendo la forma del Serpente Bianco della guarigione, il Serpente della dea che porta nuova vita sulla terra ogni primavera, Taliesin sconfigge l'oscuro Serpente della malattia. Quindi quest'anno dovremmo invocare il Serpente Bianco con rinnovato fervore, affinché il potere curativo e ristoratore della dea della primavera fluisca ancora una volta attraverso la terra, portando i suoi doni di luce, vita e guarigione a tutti.

Sia così!

Ossian 1-2021