Set
18
2015

L'equinozio e la maturità

Scritto da Administrator Ultimo aggiornamento (18 Settembre 2015)
PDFStampaE-mail

 

 

L'autunno è un momento di grande abbondanza. L'aria che si rinfresca dopo una lunga estate torrida ci può rinvigorire, e incoraggiare portandoci verso uno stato più malinconico e riflessivo della nostra mente che può aiutarci a sviluppare la nostra consapevolezza a un livello più profondo. I profumi dei primi fumi di legna e delle mele mature si diffondono sulla campagna. Le foglie cominciano a mutare dal verde al dorato, e le bacche maturano sui rami in viola e scarlatto rendendo questo una parte dell’anno delizioso, sensuale e una buona occasione per entrare in sintonia con la saggezza dei nostri corpi.

 


 

L'Equinozio d'autunno, quando il giorno e la notte sono di uguale lunghezza, cade quest'anno il 23 settembre. Questo momento segna tradizionalmente nel calendario delle festività druidiche l'ultimo raccolto; la raccolta degli ultimi covoni di grano e i preparativi per l'inverno prossimo a giungere segnando la conclusione della frenesia. Settembre spesso porta una calma, che nel tratto per la nostra vita di fronte alla prossima stagione, ci permette  la possibilità di regolare le nostre vele. Questo è il momento di fare un bilancio e prendere in considerazione l'idea della raccolta in un modo diverso. Dove stiamo andando? La nostra vita riflette i nostri sogni più ambiziosi e le nostre potenzialità? Come si fa a guidare il nostro io verso  una vita migliore? Consideriamo i semi metaforici che  abbiamo seminato nel nostro passato, hanno dato i suoi frutti? La nostra vita ora, che il nostro attuale raccolto,  riflette i nostri bisogni e desideri o sentiamo il bisogno di cambiare tattica per il futuro, piantare semi diversi, partecipare alla crescita dei nostri piani in modo diverso?

Gli equinozi sono stati utilizzati fin dai tempi più antichi come marcatori agricoli, rivelando i tempi di semina e coltivazione segnando e onorando così  i modelli di crescita e di diminuzione della nostra vita. In Irlanda il complesso sepolcrale neolitico Loughcrew noto come Sliabh na Callighe “le colline della grande velata o collina della strega” contiene molti allineamenti astronomici, e l'interno di una delle sue strutture, noto come Cairn T è illuminato dal sorgere del sole all'equinozio, rivelando disegni spettacolari scavati nella roccia più di 5000 anni fa. L’archeologia rivela che Loughcrew è stato un luogo di culto e la cerimonia agli equinozi per gran parte di quel tempo è una tradizione che si è rinnovata con entusiasmo sino in epoca moderna.

Di seguito voglio lasciarvi alcuni semplici spunti per vivere e marcare la festività dell’Equinozio d’Autunno

Ritagliate del tempo da trascorrere nella natura, gli ultimi  giorni caldi sono un tesoro prezioso  da assaporare, trovate il tempo per andare a fare una bella e rilassante passeggiata per notare le foglie in cambiamento in tutto il loro splendore autunnale, esponetevi quanto più tempo potete al Sole, in preparazione per l'inverno a venire.

Coinvolgete il lato sensoriale del sacro per la vostra casa. Provate a creare un semplice altare in onore alla festività stagionale dell’autunno, potrebbe essere in modo semplice nel posizionare una candela  di colore marrone o arancione e una ciotola di legno con della frutta secca e delle foglie autunnali per evocare l'atmosfera della stagione.

Cercate delle ricette tradizionali di cibo locale di stagione, preparatelo per questa festività, vi aiuterà ad entrare maggiormente in connessione con il vostro territorio, spesso i profumi ed i sapori hanno una forte impronta emozionale su di noi.

Le giornate si accorciano ed aumenta il freddo  ed anche i nostri appetiti cambiano naturalmente ed aumentano insieme all’aumentare del freddo.Questa è la stagione dei funghi selvatici che non possono mancare nelle nostre gustose zuppe o stufati ma se non siete degli esperti evitate di coglierli da soli ed affidatevi all’aiuto di chi ha conoscenze micologiche.

Cercate altri cibi selvatici più semplici come more o prugnole , sono frutti e bacche maggiormente identificabili anche per i meno esperti, potete consumarle fresche oppure conservarle in in distillati ed alcolici per poi utilizzarle in ottimi drink invernali, scalderanno il vostro cuore  ed anche il corpo.

L'equinozio è l'occasione perfetta per sedersi tranquillamente e fare il punto della propria vita Equinozio significa uguale notte- quando il buio e la luce sono di uguale equilibrio. quindi provate a considerare l'equilibrio nella vostra vita tra queste due estremità valutando quando e dove siamo più attivi, consapevoli. Quale è lo spazio fertile nel buio del nostro subconscio, i nostri sentimenti interiori, intuizione e i sogni cosa cercano di dirci? Quello che diamo alla vita, e quello che riceviamo? Dove ci sentiamo forti, creativi e positivi e dove ci sentiamo deboli e inattivi? Dobbiamo trovare il tempo per prendere coscienza del nostro equilibrio interiore e se è profondamente fecondo, soprattutto quando ci allineiamo ai ritmi della natura per aiutarci in questa impresa personale.

Abbiamo ricevuto molto dalla natura nel periodo estivo e quindi ora è il momento per tornare qualche cosa indietro. Se avete un giardino o in qualsiasi spazio esterno, questo è un  momento ideale per dare una mano alla natura stessa. Costruite dei piccoli ripari per alcuni animali selvatici comuni come ricci e uccelli così che possano ripararsi durante l’inverno, oppure potete coltivate piante come l’edera e altre che producono un fiore autunnale ed invernale così da garantire ulteriore nettare  ad api e farfalle  o molto più semplicemente portate nei boschi pane raffermo che vi avanza per dare un sostentamento  di fortuna agli animali selvatici  in difficoltà.

Tuttavia si sceglie di celebrare l'equinozio d’autunno per segnare un’ulteriore tappa della nostra stagione e per prendersi un momento per sentire davvero tutto l'amore e l'abbondanza che ci circonda in questo momento.

Il mondo, malgrado le atrocità causate dagli uomini, è un bel posto, provate a respirare profondamente l’aria autunnale  e riempite il vostro cuore di gratitudine per tutte le sue benedizioni.

 

Ossian