Set
12
2020

l'Equinozio ed i quattro pilastri dell'uomo

Scritto da Administrator Ultimo aggiornamento (12 Settembre 2020)
PDFStampaE-mail

 

Sicuramente avrete già programmato la vostra giornata o celebrazione per l’Equinozio d’Autunno, ma non è mai troppo tardi per programmare alcune attività piacevoli solamente per voi stessi. Questo è infatti il ​​momento ottimale per concentrarsi sul bilanciamento delle aree della vostra vita.

E’il momento in cui ci guardiamo indietro nel tempo, che sia di breve lasso di tempo oppure decenni e per chi ha uno spiccato legame settembrino lo farà sicuramente accompagnato da un pizzico di nostalgia. Per prima cosa, esaminate dove poter liberare il disordine. Non sto solo parlando di una dimora generale pulita e ordinata, anche se lo consiglierei, poiché è sempre meno stressante avere una “base” pulita. Sto parlando del disordine mentale, accumulo di scartoffie e perdite di tempo. C’e’ un canto  neo pagano per la connessione con la natura che dice "Terra il mio corpo / acqua il mio sangue / aria il mio respiro / e fuoco il mio spirito”. Bene, ho escogitato un regime ingegnoso per affrontare ciascuno di questi elementi e il modo in cui possano connettersi a voi.

Ago
22
2020

Nel Profondo

Scritto da Administrator
PDFStampaE-mail

Ultimamente ho riflettuto molto sulla magia dell’acqua, in questo periodo di difficoltà a causa della pandemia, sono stato distante da lidi vacanzieri marittimi per ovvie ragioni.

Sono riuscito comunque a fare brevi pellegrinaggi in altri specchi d’acqua.

Nelle tradizioni celtiche, specchi d'acqua, laghi, fiumi e pozzi occupano posizioni speciali come luoghi liminali, dove è più facile accedere ai regni dello spirito e dove si possono cercare guarigione e saggezza.

Lug
31
2020

Lugnasa, la connessione del principio maschile e femminile

Scritto da Administrator
PDFStampaE-mail

 

Lugnasa ha circa cento nomi diversi, a seconda di dove in Europa viviate e di quale religione celebriate. Ci sono Lughnasadh, Lunasa, Luanistyn, Lammas, Gwl Awst, Reen Sunday, Mountain Sunday, First Harvest, Silberry Sunday e molti, molti altri.

Per molti pagani, è una delle quattro festività sacre: Imbolc, Beltaine e Samhain mentre per la tradizione druidica rappresenta l’ultima delle feste del Fuoco. L'ispirazione per queste feste neo pagane deriva anche dall’Ciclo dell’Ulster della mitologia irlandese, dove si narra la storia del grande eroe irlandese, Cu Chulainn.

La storia narra di come l'eroe Cú Chulainn corteggia Emer. Riceve diversi compiti da svolgere, uno dei quali è che deve restare senza sonno per un anno. Mentre Emer lancia la sua sfida, nomina i quattro punti principali dell'anno irlandese-celtico, come sono menzionati anche in altre fonti irlandesi. In questo modo, non usa le feste solari, né quelle cristiane, che erano certamente ben note e stabilite nel X secolo. Invece Emer sceglie i primi giorni di ogni stagione.

Uno di questi giorni è Lughnasadh, che segna l'inizio dell'autunno. Si svolge il 1 ° agosto, una data concordata a livello internazionale, o il giorno della luna piena prossima a questa data, se si desidera celebrare quando probabilmente facevano gli antichi Celti.

 

Lug
30
2020

Druidismo solitario

Scritto da Administrator Ultimo aggiornamento (30 Luglio 2020)
PDFStampaE-mail

La definizione “Druidismo solitario” appare come una contraddizione in termini. Il Druida esprime infatti tutte le sue potenzialità ed il senso globale del proprio ruolo nelle dinamiche di comunità, nella sfera intima e condivisa del Clan di cui è parte.

Isolare il Druida da questa evidenza appare dunque, di primo acchito, come una forzatura. In realtà sappiamo che la vita del Clan nel 2020 non può certo sovrapporsi ad un concetto di completa condivisione. Distanze, lavori, impegni sociali sono già di per sé elementi di distanziamento. La volontà di rimanere uniti come gruppo nonostante la lontananza fisica è dunque un tema che distingue profondamente il neo-Druida dalle realtà del passato ed è qualcosa con cui ognuno di noi è da subito chiamato a confrontarsi.