Ago
19
2011

Home - lugnasa

Scritto da Administrator Ultimo aggiornamento (19 Agosto 2011)
PDFStampaE-mail

Benvenuti nel sito ufficiale del Cerchio Druidico Italiano

Un organo nato per informare,formare,ispirare il percorso druidico come forma di religione.

 

Siamo nel tempo di Lugnasa e lentamente ci incamminiamo verso il declino della luce accompagnati dai nostri dolci raccolti.

Noi siamo ciò che facciamo

Lug
31
2020

Lugnasa, la connessione del principio maschile e femminile

Scritto da Administrator
PDFStampaE-mail

 

Lugnasa ha circa cento nomi diversi, a seconda di dove in Europa viviate e di quale religione celebriate. Ci sono Lughnasadh, Lunasa, Luanistyn, Lammas, Gwl Awst, Reen Sunday, Mountain Sunday, First Harvest, Silberry Sunday e molti, molti altri.

Per molti pagani, è una delle quattro festività sacre: Imbolc, Beltaine e Samhain mentre per la tradizione druidica rappresenta l’ultima delle feste del Fuoco. L'ispirazione per queste feste neo pagane deriva anche dall’Ciclo dell’Ulster della mitologia irlandese, dove si narra la storia del grande eroe irlandese, Cu Chulainn.

La storia narra di come l'eroe Cú Chulainn corteggia Emer. Riceve diversi compiti da svolgere, uno dei quali è che deve restare senza sonno per un anno. Mentre Emer lancia la sua sfida, nomina i quattro punti principali dell'anno irlandese-celtico, come sono menzionati anche in altre fonti irlandesi. In questo modo, non usa le feste solari, né quelle cristiane, che erano certamente ben note e stabilite nel X secolo. Invece Emer sceglie i primi giorni di ogni stagione.

Uno di questi giorni è Lughnasadh, che segna l'inizio dell'autunno. Si svolge il 1 ° agosto, una data concordata a livello internazionale, o il giorno della luna piena prossima a questa data, se si desidera celebrare quando probabilmente facevano gli antichi Celti.

 

Lug
30
2020

Druidismo solitario

Scritto da Administrator Ultimo aggiornamento (30 Luglio 2020)
PDFStampaE-mail

La definizione “Druidismo solitario” appare come una contraddizione in termini. Il Druida esprime infatti tutte le sue potenzialità ed il senso globale del proprio ruolo nelle dinamiche di comunità, nella sfera intima e condivisa del Clan di cui è parte.

Isolare il Druida da questa evidenza appare dunque, di primo acchito, come una forzatura. In realtà sappiamo che la vita del Clan nel 2020 non può certo sovrapporsi ad un concetto di completa condivisione. Distanze, lavori, impegni sociali sono già di per sé elementi di distanziamento. La volontà di rimanere uniti come gruppo nonostante la lontananza fisica è dunque un tema che distingue profondamente il neo-Druida dalle realtà del passato ed è qualcosa con cui ognuno di noi è da subito chiamato a confrontarsi.

Pagina 1 di 23